Slow fashion: sai cos’è la moda sostenibile

Slow fashion: sai cos’è la moda sostenibile?

Slow fashionCon così tante terminologie nel mondo della moda sostenibile è facile fare confusione. Dunque, cos’è lo slow fashion e come può aiutare a ridurre l’inquinamento ambientale per lasciare un mondo migliore alle generazioni future?

In parole povere, lo slow fashion è l’opposto del fast fashion. Un approccio alla moda consapevole dei processi e delle risorse necessarie per realizzare gli abiti, affinché siano prodotti con materiali di migliore qualità e durino più a lungo. Ma non solo, prende in considerazione il trattamento equo dei lavoratori, degli animali da cui provengono le fibre e dell’impatto che hanno le lavorazioni dei capi sul pianeta.

Lenta, etica e sostenibile, sono termini che presentano molte somiglianze e guidano approcci alla moda orientati dalle stesse buone intenzioni. Vale la pena approfondire.

Cos’è lo slow fashion

La moda lenta è un approccio olistico e intenzionale nei confronti dell’acquisto dei capi. Significa imparare a comprare con consapevolezza e premurosamente i tuoi abiti, sapendo che li dovrai indossare per molto tempo. Questo modo di vivere la moda è in antitesi alla società consumistica tipica dei nostri tempi, dove vengono lanciate nuove collezioni con elevata frequenza a discapito della qualità, con condizioni lavorative inaccettabili e sfruttamento della manodopera.

Vediamo meglio quali sono gli aspetti principali dello slow fashion e perché vale la pena ripensare il nostro rapporto con i vestiti. Con il termine “moda lenta” si intende un nuovo approccio al nostro rapporto con l’abbigliamento, con capi che devono essere:

  • di qualità e dunque creati per durare nel tempo;
  • lavorati da manodopera che sia pagata in maniera equa;
  • realizzati con materiali ecosostenibili;
  • inclusivi, con taglie che si adeguano alle forme dei clienti.

Questo non significa non potersi vestire alla moda, anzi. Ma se scegli di aderire al movimento slow fashion decidi di contenere gli acquisti in favore di capi di qualità, che durano più a lungo.

Aderire allo slow fashion, una scelta etica e sostenibile

Slow fashionAbbiamo visto quali siano le caratteristiche principali dello slow fashion, ma in concreto come si può iniziare a praticarlo nella vita di tutti i giorni? Ecco 5 semplici consigli.

#1 Crea una storia d’amore

Apri l’armadio e racconta la storia dei tuoi capi preferiti. Magari sono legati a un evento speciale, oppure si tratta di regali ricevuti da persone importanti. O ancora, sono abiti tramandati da una persona cara. Il tuo armadio pullula di vita, sta a te rivalutare la loro storia e reinventare il tuo look.

#2 Progetta la tua capsule collection

Cosa ha effettivamente senso per le tue abitudini di vita? Qual è lo stile che più ti rappresenta? Seleziona una quantità limitata di capi e organizza le tue capsule collection adatte ai vari momenti della giornata. Eleganti, pratici, casual o sportivi: crea i tuoi look con gli abiti che hai a disposizione, ti stupirai di quante possibilità non avevi mai preso in considerazione.

#3 Fai acquisti ponderati con lo slow fashion

Aderire allo slow fashion non significa smettere di acquistare, ma cambiare il proprio approccio. Si tratta di compiere un lavoro sulle proprie abitudini d’acquisto e rinunciare a comprare sulla scia dell’impulso. Valuta sempre se il capo che desideri si può abbinare con i vestiti che già indossi e non escludere la possibilità di acquistare sulle app di seconda mano o nei negozi dell’usato.

#4 Consulta le guide esperte

All’inizio può essere difficile orientarsi nel mondo dello slow fashion, ecco perché può essere utile trovare delle guide che ti possano dare una mano. Marchi di abbigliamento etico e sostenibile, marchi di scarpe etiche, così come abbigliamento a prezzi accessibili e marchi di abbigliamento biologico.

#5 Fai ricerca sulle aziende slow fashion

Quando scopri un nuovo marchio di slow fashion, prenditi del tempo per controllare l’azienda. Cerca le informazioni sul processo di progettazione: è sostenibile ed etico per tutti i soggetti coinvolti? Quante collezioni all’anno produce il marchio? Viene spiegato come e dove vengono realizzati i vestiti? In questo modo potrai capire se l’azienda è coerente con ciò che racconta e spendere in maniera consapevole nell’acquisto dei capi.

Moda etica e sostenibile: riorganizza il tuo modo di fare shopping con lo slow fashion

Slow fashion trendSlow fashion è un termine che risuona sempre più nelle nostre orecchie: la verità è che le persone preferiscono vivere in una maniera più sostenibile il loro rapporto con la moda.

Oggi giorno compriamo vestiti a prezzi stracciati che a fatica durano una stagione, esce una nuova collezione e quella precedente finisce nel sacco degli abiti usati. Oltre a creare danni all’ambiente, è una tendenza negativa per il genere umano. Cambiare abitudini da un giorno all’altro può essere complicato, ma non impossibile: scegliere una moda lenta etica e responsabile è fondamentale.

Inizia da piccoli cambiamenti e coltiva nuovi atteggiamenti, rifiutando il fast fashion con un netto miglioramento delle condizioni per il pianeta e tutti noi. Se vuoi fare tuo l’approccio slow fashion prova a mettere in atto le tue nuove abitudini nei negozi dei migliori brand presenti nel centro commerciale Cormano. Trovi capi di elevata qualità con i quali puoi creare abbinamenti che durano nel tempo. Basta poco per cambiare.