Scroll Top

Denti del giudizio – Centro Commerciale Cormano

Il dentista visita il paziente per decidere come intervenire sui denti del giudizio problematici

Denti del giudizio: tutto quello che devi sapere

Spesso, quando si nominano i denti del giudizio, la mente corre subito a dolore e scomodità. Ma cosa sono realmente i denti del giudizio e perché possono causare così tanto fastidio?

In questo articolo, esploreremo tutto quello che devi sapere su questi famigerati denti e ti forniremo informazioni utili riguardo alle problematiche che solitamente accompagnano la loro nascita.

Non c’è bisogno di affrontare l’argomento con timore: basta conoscere il tema, per sapere subito quali sono i sintomi preoccupanti per cui dovresti rivolgerti subito al dentista.

Denti del giudizio: cosa sono e quando spuntano?

I denti del giudizio, anche chiamati terzi molari, sono gli ultimi denti permanenti che spuntano nella bocca di una persona.I denti del giudizio spuntano verso i 17-25 anni

Prendono il nome di “denti del giudizio” perché spuntano generalmente in età adulta, quando si suppone che la persona abbia raggiunto la maturità e la saggezza.

Solitamente spuntano tra i 17 e i 25 anni, anche se può variare da persona a persona. In alcuni casi, i denti del giudizio possono anche non spuntare completamente o addirittura non spuntare affatto.

I denti del giudizio possono causare diversi problemi, perché spuntano in una fase di sviluppo in cui gli altri denti sono già sistemati, e spesso non c’è abbastanza spazio nella bocca per accoglierli correttamente.

Eruzione del dente del giudizio

I denti del giudizio sono gli ultimi a spuntare nella bocca, situati nel fondocorona delle arcate dentali superiori e inferiori. L’eruzione di questi denti può causare diversi problemi e sintomi a seconda delle circostanze individuali.

Quando un dente del giudizio erutta, può causare dolori e gonfiore intorno all’area della mascella. Questo disagio può estendersi anche alla gola e all’orecchio.

In alcuni casi, i denti del giudizio possono eruttare in posizioni sbagliate o vicino ad altri denti. Questa situazione può provocare malocclusioni, cioè una cattiva chiusura degli arcate dentali, che può causare problemi di masticazione.

Inoltre, i denti del giudizio possono essere difficili da pulire correttamente, aumentando il rischio di carie e infezioni.

Quando e perché è necessario estrarre un dente del giudizio?

L’estrazione del dente del giudizio è un intervento odontoiatrico molto comune che viene eseguito quando il dente stesso causa problemi o si trova in una posizione che può compromettere la salute buccale.

Ci sono diversi motivi per cui potrebbe essere necessario estrarre un dente del giudizio.A volte i denti del giudizio possono eruttare in modo doloroso o non corretto

Uno dei motivi più comuni è l’impattazione. Quando il dente del giudizio non riesce a erompere completamente all’interno dell’arcata dentale, si dice che sia impattato. Questo può causare dolore, gonfiore e infezione.

Inoltre, un dente del giudizio può essere posizionato in modo errato, cioè inclinato o ruotato. Ciò può influire negativamente sulla struttura e sulla salute degli altri denti, causando problemi di masticazione e difficoltà nella pulizia. In alcuni casi, il dente del giudizio può causare danni ai denti vicini, come carie.

L’estrazione di un dente del giudizio viene inoltre raccomandata in presenza di infezioni ricorrenti. Quando un dente del giudizio non è in grado di erompere completamente, può formarsi una tasca intorno a esso che può raccogliere residui di cibo e batteri. Questo aumenta il rischio di infezioni ripetute, che possono essere dolorose e dannose per la salute orale.

Come viene praticata l’estrazione di un dente del giudizio

L’estrazione di un dente del giudizio è un intervento comune che viene praticato quando uno o più denti del giudizio stanno causando problemi.

Prima dell’intervento, il dentista o l’odontoiatra esamina la bocca del paziente per determinare se l’estrazione è necessaria.Il dentista visita il paziente per decidere come intervenire sui denti del giudizio problematici

Durante l’intervento, il paziente viene sottoposto a anestesia locale o generale per ridurre al minimo il dolore e il disagio. Se il dente del giudizio è completamente eruttato, il medico può utilizzare strumenti specializzati per estrarlo.

Se invece il dente è ancora parzialmente o completamente incluso nell’osso, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. In questo caso, il chirurgo dentista farà un’incisione e rimuoverà il dente in sezioni più piccole per facilitarne l’estrazione.

Dopo l’estrazione, è possibile sperimentare gonfiore e dolore nella zona trattata. Il medico può prescrivere farmaci antidolorifici e antibiotici per alleviare i sintomi e prevenire infezioni. È importante seguire le istruzioni post-operatorie per garantire una corretta guarigione.

La guarigione completa dopo l’estrazione può richiedere da alcuni giorni a diverse settimane, a seconda della complessità del caso e del paziente.

Denti del giudizio: i molari più problematici?

Molte persone, quando sentono nominare i denti del giudizio, pensano a infezioni e dolorose estrazioni, ma conoscere questi molari è importante, per prevenire qualsiasi problema.

Non di rado, i denti del giudizio sono così problematici da dover affrontare estrazioni o altre cure dal dentista, perché nascono da adulti, quando la bocca è già formata, e lo spazio potrebbe essere poco.

L’eruzione del dente del giudizio spesso è accompagnata da dolore e infiammazione, ma se questi si protraggono molto a lungo o evolvono in infezioni, è il caso di rivolgersi al dentista.

Nel centro commerciale Cormano, puoi prenderti cura anche della tua salute orale: un team di dentisti ti aspetta da EasyDent.